Pensiero Nuovo

Economia

image

martedì, settembre 22nd, 2015

Marzo 1968…

Marzo 1968, Kansas. “Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del Prodotto Interno Lordo. Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e

domenica, luglio 5th, 2015

Default? SPERIAMO!

Oramai ci siamo: l’ipotesi di default della Grecia non è più un tabù. L’epilogo di questa tragedia, in atto da diversi anni, è il frutto dell’incapacità (oramai planetaria) di procedere ad un effettivo risanamento di bilancio. Tale...

lunedì, giugno 8th, 2015

Un disco già sentito…

La bontà di un risultato, qualunque risultato, prescinde da misurazioni assolute perché va valutato alla luce del contesto in cui è maturato: se un centometrista afferma di essere il più veloce, la cosa assume scarsa importanza se...

domenica, gennaio 25th, 2015

Draghi Ti Sbagli! (e forse lo sai)

Finalmente ci siamo: Mario Draghi ha dato inizio al “quantitative easing europeo” festeggiato da poderosi rialzi dei listini azionari. Sul “piatto” il banchiere ha messo a disposizione dei governi europei circa 1.000 mld di euro che serviranno...

giovedì, ottobre 30th, 2014

I nuovi sudditi

Qualche settimana fa è stata diffusa la seguente notizia, archiviata velocemente nell’indifferenza generale: per la prima volta dagli anni 50, l’Italia ha registrato un calo dell’inflazione. In generale è bene precisare che il pericolo della deflazione (calo...

venerdì, settembre 12th, 2014

L’impresa tossica

Da settimane pensiero nuovo si occupa degli argomenti più disparati tentando di stimolare alcune riflessioni. Tuttavia, il motivo principale per cui è “nato” è riferibile all’esigenza di diffondere una nuova teoria economica denominata Macroeconomia Sociale di Mercato....

lunedì, luglio 7th, 2014

Morti per niente

Da tempo, “l’Europa” ha imposto l’austerity per ripianare le finanze degli stati membri e scongiurare il default su scala continentale. Ristrettezze cresciute a dismisura nel corso degli ultimi anni che hanno finito per aumentare la disoccupazione, la...

sabato, giugno 28th, 2014

L’azzardo morale

Nell’estate di circa sette anni fa cominciò a diffondersi un termine che, prima di ogni altro, delineava i contorni della crisi attuale. Con “subprime”, letteralmente “sotto il primo”, veniva indicata una tipologia di mutui, particolarmente diffusa negli...

martedì, giugno 3rd, 2014

La crisi è finita!

Ho sempre pensato che, nelle difficoltà maggiori, una società dall’etica dubbia avrebbe dimostrato tutta la propria mediocrità; con una serie interminabile di paradossi avrebbe reso la realtà superiore all’immaginazione. Già nell’articolo “aspettando gli elefanti” è stata data,...

venerdì, maggio 23rd, 2014

Risvegli

Giovedì 15 maggio è arrivata la “gelata”: il P.I.L. italiano torna a calare trascinando in picchiata la borsa di Milano e provocando un’impennata dello “spread”. Del resto, come osservato anche da Renzi, la “crescita” striminzita, registrata nel...

Page 1 of 2 1 2